SABATO 4 AGOSTO, ORE 21:00
Cinéma des Guides, Breuil-Cervinia

IL CIELO ATTRAVERSO I PEDALI
Storie di salite infinite

Quest’anno il Giro d’Italia ha fatto tappa per la quinta volta ai 2000 metri d’altitudine di Breuil-Cervinia, dove il cielo che si vede dai pe- dali ha il profilo della Gran Becca e i ciclisti sono impegnati in salite senza fine, che richiedono resistenza alla fatica e forza di volontà. Claudio “El Diablo” Chiappucci, Ivan “il Terribile” Basso e Stefano Al- locchio ci racconteranno, fra ricordi ed aneddoti, la loro montagna: il terreno delle imprese più leggendarie nella storia del ciclismo, un luogo d’elezione per le eroiche fughe degli scalatori e un infernale girone dantesco per i velocisti.
Una montagna pedalata, che condivide cuore e anima, epos e pathos, con quella scalata.

Ivan Basso

Soprannominato Ivan il Terribile, aveva caratteristiche di passi- sta-scalatore. Considerato uno dei migliori corridori di corse a tappe degli anni 2000, fu professionista dal 1999 al 2015, vincendo due edizioni del Giro d’Italia e piazzandosi per due volte sul podio al Tour de France. Nel giugno del 2011 ha pubblicato la sua autobiografia, “In salita controvento”, scritta in collaborazione con il giornalista Fran- cesco Caielli.

Claudio Chiappucci

Campione istrionico e fuori dagli schemi, si è distinto per le grandi doti di scalatore, l’attitudine all’attacco e l’imprevedibilità in corsa, qualità che gli hanno consentito di realizzare imprese memorabili, come la vittoria nella Milano-Sanremo ‘91, ottenuta dopo una lunga fuga solitaria. Vanta due secondi posti al Giro d’Italia, altrettanti al Tour de France e una medaglia d’argento ai mondiali del 1994.

Stefano Allocchio

È un ex ciclista su strada e pistard italiano. Professionista dal 1985 al 1993, conta la vittoria di quattro tappe al Giro d’Italia, di una tappa alla Vuelta a España, di cinque titoli nazionali su pista e di due bronzi ai mondiali su pista nella classifica a punti. Attualmente ricopre il ruolo di ViceDirettore di Corsa RCS Sport in ammiraglia nelle gare di ciclismo professionistico tra cui la Milano-Saremo, il Giro di Lombardia e il Giro d’Italia.