05 AGOSTO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

BREUIL-CERVINIA
Via Jean-Antoine Carrel
h. 11.00

L’AIMANT di e con Antoine Le Menestrel LES MATINÉES / WHITEOUT

con Anna Torretta, Dorota Bankowska Giulia Capocchi
conduce Enrico Martinet (La Stampa)

Un fil rouge di gesto e poesia per il Cervino Cinemountain 2020.
Pioniere del free climbing, artista della verticalità, maestro della contaminazione tra danza, mimo e arrampicata, Antoine Le Menestrel sarà ospite speciale del festival per tutta la sua durata, scandendo, con le sue apparizioni e le sue performance, il susseguirsi degli appuntamenti, dalla serata di inaugurazione alla cerimonia di premiazione. Free climber fra i più forti della sua gene- razione, Le Menestrel ha compiuto imprese indimenticabili, portando nel mondo dell’arrampicata una rivoluzionaria ventata di poesia, grazie all’eleganza dei suoi movimenti e alla sua fantasia. Passato, fin dagli anni ‘90, alla danse-escalade, ha scalato facciate di palazzi e monumenti di tutto il mondo, eseguendo armoniose coreografie e dando vita a spettacoli emozionanti. Fra i più riusciti, « L’Aimant », dove un Romeo–scalatore va alla ricerca della sua Giulietta, danzando di balcone in balcone, di finestra in finestra: una poesia d’amore in gesti che Antoine Le Menestrel presenterà al nostro pubblico ai piedi del Cervino.


VALTOURNENCHE
Centro Congressi
PROIEZIONE DEI FILM
h. 16.00

DRØMMELAND di Joost van der Wiel (NL, 72‘, 2019)
JEMAND UND NIEMAD di Joscha Douma (DE, 27‘, 2019) ANTEPRIMA ITALIANA
SOLO IN VOLO di Gianluca Maspes (IT, 31‘, 2018)
THE ROPE di Matteo Forli (IT, 24‘, 2020) ANTEPRIMA MONDIALE


h. 21.00

ESPACE FILM COMMISSION VDA

con Alessandra Miletto, Paola Piacenza Domenico Quirico

Quando i direttori artistici del Cervino Cine- Mountain ci hanno annunciato che ci sarebbe stata una edizione 2020 del Festival, nonostante l’emergenza Covid, abbiamo subito confermato la volontà di Film Commission di proseguire nella nostra ormai lunga collaborazione. Si ferma solo per quest’anno il premio Film Commission Vallée d’Aoste, dedicato al miglior film valdostano, ma, fra i molti lavori che sono stati girati sul nostro territorio, ne presenteremo due, tra i più importanti, in anteprima assoluta:
– Fronte Interno. Un Viaggio In Italia con Domenico Quirico di Paola Piacenza, prodotto da Frenesy Film Company di Luca Guadagnino. Uno dei più importanti reporter italiani racconta la povertà in Italia, dalla Valle d’Aosta alla periferia di Napoli.
– Broad Peak, di Leszek Dawid, prodotto dagli East Studios di Varsavia in coproduzione con la valdostana L’Eubage, primo film di finzione polacco a tema alpinistico. La storia della conquista del Broad Peak da parte del grande alpinista Macej Berbeka e del suo tragico epilogo.
Vi aspettiamo per scoprire di più su queste due opere, che hanno scelto la Valle d’Aosta come territorio per le riprese e che ben rappresentano le grandi possibilità che questa regione offre al cinema e all’audiovisivo.


a seguire
PROIEZIONE DEI FILM

QU’IMPORTE SI LES BÊTES MEURENT di Sofia Alaoui (FR, 22‘, 2019) ANTEPRIMA ITALIANA
ANIMAL IMAGE di Perttu Saksa (FI, 30‘, 2019) ANTEPRIMA ITALIANA
PIANO TO ZANSKAR Michal Sulima (UK, 86‘, 2018

Trailer XXIII edizione

Pagina Facebook